Fatturazione elettronica nella sanità pubblica: indagine nazionale coordinata da Nicola Corte

La sede della Asl in via Ghio a Chiavari
La sede della Asl in via Ghio a Chiavari

La ricerca è stata presentata a Roma, l’indagine è stata coordinata dal dottor Nicola Corte della Struttura Complessa Bilancio e Contabilità dell’Asl 4 Chiavari.

Si è tenuto a Roma l’evento organizzato dalla Federazione delle aziende sanitarie ed ospedaliere di presentazione della ricerca sull’impatto della fatturazione elettronica nella sanità pubblica. L’indagine è stata coordinata dal dottor Nicola Corte della Struttura Complessa Bilancio e Contabilità dell’Asl 4 Chiavari. Dallo scorso 31 marzo tutte le fatture destinate alle azienda sanitarie devono essere trasmesse per mezzo di un tracciato elettronico e successivamente archiviate in forma sostitutiva. Commenta il dottor Corte: “Occorre completare il cambiamento avviato con la dematerializzazione delle fatture, realizzando la dematerializzazione dei processi di gestione delle fatture e dell’intero ciclo passivo”. Dall’Asl 4 intanto ricordano anche che il prossimo 31 maggio scade il termine per la consegna delle schede del rapporto di aggiornamento dello stato di conservazione relative ai materiali compatti e friabili. Da due anni la compilazione delle schede relativi ai materiali contenenti amianto non può più essere curata dal solo proprietario o dall’amministratore di condominio, ma deve essere seguita da un responsabile per la gestione amianto, che possegga l’attestato di idoneità al ruolo medesimo.