Falso fattorino ritira pacchi “buoni”

La truffa ha avuto corso anche nel Tigullio
La truffa ha avuto corso anche nel Tigullio

L’Ascom di Chiavari segnala la truffa ai danni di commercianti: uno schema abbastanza diffuso che si applica dopo regolari consegne di marce da parte di ditte di spedizioni.

Arriva da Chiavari la notizia di una truffa a commercianti, che sembra essere abbastanza ricorrente e che ha avuto corso, negli ultimi giorni, proprio nel nostro territorio. Dopo aver ricevuto delle consegne di merci da un corriere, assolutamente regolare, il commerciante viene richiamato per telefono da un’altra persona e, poco dopo, vede arrivare un altro fattorino con divisa dell’azienda di spedizioni: al telefono si dice che la consegna è stata incompleta o errata, il secondo fattorino ritira nuovamente i colli. Ricontattata a distanza di qualche giorno, l’azienda di spedizioni fa sapere di non aver mai provveduto a ritirare nuovamente ciò che risulta consegnato in maniera corretta. Il presidente dell’Ascom, Giampaolo Roggero, raccomanda di prestare attenzione ad uno schema di truffa ricorrente e, in particolare, alle persone che si trovino “casualmente” all’interno del negozio al momento di consegna della merce ordinata.