Fa discutere il caso dei cavalli allo stato brado

Secondo esemplare abbattuto sabato scorso. Gli animalisti chiedono una taglia e grandi recinti.
Anche i media nazionali dimostrano interesse, adesso, per il caso dei cavalli allo stato brado che girano nei boschi e prati della Valle Sturla e della Val Graveglia. Sabato scorso, ha riacceso la discussione l’abbattimento ad opera di ignoti di un secondo animale, e sul posto sono arrivate, ieri, le troupe di Rai e Mediaset. Le uccisioni sono avvenute nella zona tra la Malga di Perlezzi e la cappelletta delle Lame, nel territorio del Parco dell’Aveto. Le associazioni animaliste propongono una taglia a favore di chi dia indicazioni per risalire agli autori degli spari, ma anche l’accordo tra istituzioni e proprietari per realizzare grandi steccati dove lasciare i cavalli a pascolare.


Redazione Radio Aldebaran – www.radioaldebaran.it