Ex ospedale di Santa Margherita Ligure e Fincantieri, discussione ieri in consiglio regionale

L'aula del consiglio regionale
L’aula del consiglio regionale

Fabio Tosi del MoVimento 5 Stelle ha chiesto chiarimenti in merito all’ex ospedale di Santa Margherita Ligure, mentre Gianni Pastorino di “Rete a Sinistra” ha interrogato la giunta sulla cassa integrazione alla Fincantieri di Riva Trigoso.

Ex ospedale di Santa Margherita Ligure: la struttura non fa più parte del patrimonio dell’Asl 4 e la Regione non ha programmato alcun intervento a destinazione sanitaria. Lo ha detto ieri in consiglio regionale l’assessore alla sanità Sonia Viale in risposta ad un’interrogazione del MoVimento 5 Stelle, illustrata da Fabio Tosi, che chiedeva informazioni in merito, dopo che l’asta per vendere l’edificio è andata deserta. “Spetta da Arte alienare la struttura”, ha precisato l’assessore Viale. Gianni Pastorino di “Rete a Sinistra” ha invece illustrato un’interrogazione in merito alla cassa integrazione chiesa dalla Fincantieri per 35 lavoratori dello stabilimento di Riva Trigoso. “L’azienda – ha detto Pastorino – pare utilizzare gli ammortizzatori sociali per riorganizzazioni interne e non per il loro scopo precipuo”. L’assessore alle politiche del lavoro Gianni Berrino ha risposto che la Regione non ha un ruolo diretto in materia di cassa integrazione guadagni ordinaria, mentre potrebbe entrare maggiormente nel merito se fosse stata straordinaria. L’assessore ha poi aggiunto che alla Regione non è arrivata alcuna richiesta, né da parte dei sindacati, né da parte dell’azienda, per l’apertura di una vertenza sindacale.