Evade oltre 1,5 milioni di ricavi, nei guai imprenditore edile del Tigullio

Operazione anti evasione della Guardia di Finanza

La frode fiscale è stata scoperta dalla Guardia di Finanza di Chiavari. Evasa anche IVA per 387.000 euro. Scoperti versamenti consistenti sul conto corrente della compagna, casalinga.

Un imprenditore del Tigullio, operante nel settore edile, è stato denunciato dalla Guardia di Finanza di Chiavari per avere omesso di dichiarare oltre 1,5 milioni di ricavi e per non aver versato 387.000 euro di IVA. Le indagini, iniziate quattro mesi fa, hanno accertato che nei periodi di imposta 2006 e 2007 l’imprenditore non ha presentato le dichiarazioni dei redditi, dell’IVA e dell’IRAP, senza inoltre istituire le scritture contabili obbligatorie. Negli anni successivi ha invece omesso di versare oltre 30.000 euro di ritenute nei confronti dei propri ignari operai ed ha presentato dichiarazioni dei redditi e dell’IVA infedeli. Dalle indagini della Guardia di Finanza è emerso in particolare che ingenti somme di denaro confluivano sui conti correnti della compagna dell’imprenditore, ufficialmente casalinga, in alcuni casi anche pari a 100.000 euro. Si tratta, secondo i finanzieri, di ricavi in nero relativi al 2009.