Esito dei referendum, Ezio Chiesa sollecita la Regione ad intervenire

Il consigliere regionale di Liguria Viva Ezio Chiesa

Il consigliere regionale di Liguria Viva lamenta come al momento non sia stato rispettato, in tema di acqua, quanto deciso dal popolo con i referendum abrogativi della scorsa primavera.

Il consigliere regionale di Liguria Viva Ezio Chiesa ha illustrato questa mattina in Consiglio regionale un’interrogazione relativa all’attuazione dell’esito referendario e la modifica della legge regionale che istituiva le autorità d’ambito. In particolare, Chiesa ha chiesto di sapere quali provvedimenti la giunta regionale intenda adottare al fine di garantire il rispetto dell’esito referendario e la tutela dei cittadini per quanto riguarda gli adempimenti che devono compiere le ATO presenti sul territorio regionale. Il consigliere ha ricordato come l’esito del referendum preveda l’eliminazione dalla tariffa dell’acqua della remunerazione del capitale investito: le bollette avrebbero dovuto diminuire del 7%, cosa che non è avvenuta. Nella sua risposta l’assessore regionale all’ambiente Renata Briano ha sostenuto la necessità di un adeguato approfondimento, spiegando che le Regioni hanno sollecitato il Governo ad in individuare un nuovo metodo tariffario che risponda all’esito referendario e che la Regione intende inoltre definire un quadro normativo regionale che dovrà fare i conti anche con la prevista abolizione delle Province. Nella replica Chiesa ha auspicato che la nuova normativa regionale giunga al più presto in discussione nella Commissione competente per poi approdare in Consiglio.