Emergono le mura di Chiavari, ma quale sarà il loro futuro?

I reperti emersi ierii in Via delle Vecchie Mura
I reperti emersi ierii in Via delle Vecchie Mura

Dopo la scoperta di ieri in Via delle Vecchie Mura, la politica si inizia ad interrogare sul futuro. E’ il consigliere Roberto Devoto a lanciare il primo appello: “Devono restare almeno in parte visibili”.

“La scoperta archeologica di Via delle Vecchie Mura riporta alla luce non solo la storia medievale della nostra città, ma anche l’urgenza di valorizzare un patrimonio a cui in passato troppo spesso non si è prestata la dovuta attenzione”. Lo afferma a Chiavari Roberto Devoto, capogruppo di “Per Chiavari” e presidente della IV Commissione consiliare Cultura. Devoto ieri pomeriggio ha effettuato un sopralluogo sul lungo del ritrovamento: ad emergere, grazie ad alcuni lavori in corso nella via, sono state le fondazioni ed i resti di antiche mura, ma probabilmente anche le testimonianze di quella che era una delle porte della città. Una scoperta importante, l’amministrazione dovrà ora decidere se e come valorizzarla. In questo senso, l’appello di Devoto è molto chiaro: “Auspichiamo che nel riassetto della strada – afferma il consigliere – si trovi la migliore soluzione che permetta una visibilità permanente almeno di una porzione dei reperti riemersi, affinché non siano definitivamente ricoperti dalla nuova pavimentazione e, con essa, dall’oblio”.