E’ un 48enne di Genova l’arrestato per l’aggressione al sacrestano

Stamattina in visita a Santa il colonnello Azzaro

Ieri pomeriggio la rapina ai danni del sacrestano della Basilica di Nostra Signora della Rosa di Santa Margherita Ligure. Ora è caccia al complice.

E’ un 48enne di Genova l’uomo arrestato dai carabinieri della Compagnia di Santa Margherita Ligure con l’accusa di aver aggredito il sacrestano della Basilica di Nostra Signora della Rosa per rubargli l’iPhone che aveva lasciato in carica. L’episodio è avvenuto ieri pomeriggio. Il sacrestano è stato aggredito da due persone, che subito dopo si sono dati alla fuga nelle vie del centro. Le indagini dei carabinieri hanno permesso di arrivare in breve tempo all’arresto del 48enne; recuperato anche il telefonino, già restituito al legittimo proprietario. Proseguono le indagini per individuare anche il secondo rapinatore. Intanto, questa mattina la Compagnia di Santa Margherita Ligure ha ricevuto la visita del comandante provinciale dei carabinieri, il colonnello Marco Azzaro. In partenza per un nuovo incarico a Genova, ha voluto ringraziare i militari di Santa per il lavoro svolto. Ringraziamenti ricambiati dal comandante della Compagnia, il capitano Antonio De Rosa, per la vicinanza e la collaborazione dimostrate dal colonnello Azzaro.