Domani lo sciopero dei balneari

La spiaggia di Paraggi

Protesta contro la direttiva Bolkenstein, in tutta Italia e proclamata da tutte le associazioni di categoria, ma soltanto sino alle 11 e quindi per le prime due ore dell’attività giornaliera.

E’ uno sciopero molto particolare, quello che si prevede, domani, nel Levante ligure, come in tutte le località di mare italiane. I gestori di stabilimenti balneari, infatti, in linea con quanto proclamato da tutte le associazioni della categoria, protestano contro la direttiva Bolkenstein, ovvero la normativa europea che prevede, entro il 2015, di assegnare nuovamente, mediante gara, le concessioni demaniali, che, invece, venivano prorogate automaticamente. I balnerai, come noto, sostengono che, per investire, sia necessaria la prospettiva di rimanere nelle proprie spiagge, laddove, quindi, domani mattina, gli ombrelloni rimarranno chiusi, ma soltanto per le prime ore dell’attività giornaliera, ovvero sino alle 11.