Diffonde dati dell’anagrafe su WhatsApp, il sindaco di San Colombano Certenoli “ammonisce” consigliere

Comune
Il municipio di San Colombano Certenoli

Era stato il consigliere di opposizione Claudio Solari a far “esplodere” il caso, che ha per protagonista Franco Amadori. Il quale si è giustificato spiegando di aver solo voluto aiutare un’emigrante argentina.

Il caso era esploso qualche settimana fa, quando Claudio Solari, consigliere comunale del gruppo di opposizione “Territorio e Sviluppo” a San Colombano Certenoli, aveva reso noto che il consigliere Franco Amadori aveva pubblicato su una chat di WhatsApp degli estratti personali dell’anagrafe comunale. Per cercare di capire quanto accaduto, il sindaco Giovanni Solari, insieme alla segretaria comunale ed alla responsabile del servizio anagrafe, hanno convocato Amadori e chiesto spiegazioni. Amadori ha risposto di aver aiutato un’emigrante argentina alla ricerca dei suoi avi e di aver postato sulla chat i dati dei possibili antenati solo per dare una mano a questa persona. Ascoltata la spiegazione, sindaco e funzionari hanno ammonito il consigliere, intimandogli la cessazione immediata della diffusione dei dati. Ammonizione accolta con favore da Claudio Solari.