Difendi Santa, ecco la lettera aperta al sindaco De Marchi

Ex ospedale e porto al centro delle richieste

Il comitato Difendi Santa ha inviato al sindaco di Santa Margherita Ligure Roberto De Marchi una lettera aperta in cui a nome dei cittadini (93 i sottoscrittori) si chiedono garanzie sui temi caldi che animano la cittadina negli ultimi tempi.

Sono numerose le richieste avanzate al sindaco di Santa Margherita Ligure Roberto De Marchi nella lettera aperta inviata dal Comitato Difendi Santa e sottoscritta da quasi un centinaio di cittadini. Nella missiva si chiede di tutelare l’area dell’ex ospedale di via Roma dalla speculazione edilizia, che l’operazione relativa a Villa Attilia, “concepita non per eliminare un degrado, ma per rispettare i diritti di un privato, abbia seguito solo nei limiti di tale ipotesi”, che nell’area del retro porto non venga consentita la realizzazione di qualsiasi “soffolta” e che nelle relative spiagge (Bagni Rosa, Bagni la Valletta e Bagni Sirena) vengano autorizzati esclusivamente singoli interventi di adeguamento tecnico-estetico. Il comitato poi passa all’area ex-Spertini, chiedendo che non venga data in concessione a un privato e alla “Casa del Mare”, che invece – dicono – “potrà essere concessa a un privato solo a fronte di un congruo corrispettivo”. Dopo aver richiesto l’applicazione della procedura VAS al PUC in corso di discussione, i cittadini infine insistono perché l’amministrazione prenda le distanze dai vari progetti dell’area portuale e adotti i provvedimenti necessari a “evitare il disastro ambientale che si profila a causa dell’intasamento delle foci dei rii San Siro, Magistrato e Nozarego”.