Depuratore di Recco, entro due mesi sarà pienamente in funzione

Il nuovo depuratore
Il nuovo depuratore

Questa mattina c’è stato un sopralluogo. E’ già partita la fase di pretrattamento dei reflui. Il depuratore serve Recco, Avegno ed Uscio, a breve sarà collegato anche con Camogli ed il prossimo anno saranno completati gli allacciamenti con Sori e parte di Pieve Ligure.

A Recco è pronto il nuovo depuratore del Golfo Paradiso. E’ partita la fase di pretrattamento dei reflui e l’impianto sarà pienamente in funzione dalla seconda metà di giugno. Questa mattina c’è stato un sopralluogo del consigliere delegato all’ambiente della Città Metropolitana Enrico Pignone. Con lui c’erano il sindaco Dario Capurro, il suo vice Gian Luca Buccilli ed i tecnici di Iren. L’impianto, di ultima generazione, ha tecnologie a membrane. Il costo di 30 milioni è stato finanziato dal piano dell’ATO acque del territorio metropolitano. Il depuratore raccoglie per il trattamento le acque reflue di Recco, Avegno ed Uscio. Entro i prossimi due mesi vi confluiranno anche quelle di Camogli e dal prossimo anno saranno completati anche gli allacciamenti degli scarichi di Sori e del 50% di quelli di Pieve Ligure.