Depuratore di Rapallo: Capurro chiede conto alla Regione dei ritardi

Il consigliere regionale Armando Ezio Capurro

Il consigliere regionale vuole conoscere i motivi per i quali ancora l’area ex Viacava, che dovrebbe ospitare il nuovo depuratore, non sia stata ceduta dalla Regione al Comune.

Il consigliere regionale Armando Ezio Capurro, del gruppo “Noi con Claudio Burlando”, ha presentato un’interrogazione per chiedere alla Regione i motivi del ritardo nella cessione al Comune di sua proprietà dell’area denominata Castellaro, che si trova in località Ronco. Si tratta dell’area ex Viacava, dove dovrebbe sorgere il nuovo depuratore. “Come più volte annunciato dall’assessore regionale all’ambiente – commenta Capurro – per quanto riguarda la Liguria le maggiori criticità vengono riscontrate a Villanova d’Albenga, Recco e Rapallo. Le tre località sono, infatti, a rischio di infrazione da parte della Comunità Europea per quanto riguarda la depurazione delle acque”.