Depuratore comprensoriale, Ghio: “Basta ritardi, Sestri pronta con l’alternativa di vallata”

Il progetto preliminare su Chiavari osteggiato dal Comune
Il progetto preliminare su Chiavari osteggiato dal Comune

A seguito della conferenza dei servizi di questa mattina sul progetto preliminare del depuratore comprensoriale a Chiavari, il sindaco di Sestri Levante Valentina Ghio chiede che non ci siano altri ritardi e ricorda che Sestri è pronta con la sua alternativa della Ramaia per il bacino della Val Petronio.

Sulla conferenza dei servizi di questa mattina, chiamata ad esaminare il progetto preliminare del depuratore comprensoriale a Chiavari, arrivano i primi commenti: “Sono passati 10 mesi dalla decisione definitiva della conferenza dei sindaci della Città Metropolitana, sollecitata anche dalla Regione dopo anni di ritardi, sotto il rischio concreto delle infrazioni comunitarie  – dice il sindaco di Sestri Valentina Ghio -. I tempi stringono, e non sono più possibili rinvii o incertezze: nella Conferenza dei Servizi il Comune di Chiavari ha ribadito la sua netta contrarietà e sono emerse ulteriori richieste di approfondimento. Noi ribadiamo che non siamo più disponibili a ritardi, rimpalli e contenziosi”. Il sindaco ricorda che da tempo il Comune ha messo a disposizione una soluzione alternativa nel suo territorio, quella della Ramaia, “giudicata tecnicamente idonea per ospitare il depuratore di vallata per la Val Petronio: Sestri è pronta, se il progetto comprensoriale si incaglierà ulteriormente”.