Delitto di Craviasco, un uomo è indagato

I carabiniri sotto la casa perquisita
I carabiniri sotto la casa perquisita

Secondo quanto si apprende dai giornali, la Procura indaga il nipote della vittima, dopo averne perquisito la casa e sequestrato coltelli. Non ci sono però provvedimenti cautelari.

C’è un indagato, nell’inchiesta per la morte di Albano Crocco, il 68enne trovato morto e decapitato nel bosco di Craviasco, la località in Comune di Lumarzo dove viveva. Secondo quanto si apprende dalla stampa locale di questa mattina, che indica ulteriori dettagli, la procura di Genova indaga il nipote, che vive nell’ultima casa prima che il paese lasci definitivamente spazio al bosco dell’assassinio. Si tratta della palazzina perquisita più volte, e anche temporaneamente posta sotto sequestro, dai carabinieri, che all’interno, secondo quanto scrive “Il Secolo XIX”, hanno sequestrato diverse armi da taglio ed un machete. Non ci sono però provvedimenti cautelari nei confronti dell’uomo e l’indagine deve proseguire alla ricerca della verità.