Cucina comunale di Leivi: Benassi chiede che si volti pagina

L'opposizione di Leivi contesta la Pro Loco

Il consigliere di opposizione contesta la gestione “di fatto” della palestra da parte della Pro Loco e circa la cucina comunale presso il campo sportivo chiede che sia aperta a tutte le associazioni.

A Leivi il consigliere del gruppo “Progetto comune Leivi” Roberto Benassi torna ad intervenire sul tema della gestione della palestra. Ad una precedente interrogazione il sindaco ha risposto che la stessa è gestita di fatto dalla Pro Loco nelle more di una nuova procedura di affidamento. Benassi domanda se questa sia una procedura regolare ed ha presentato una nuova mozione relativa alla zona ricreativa dotata di cucina comunale presso il campo sportivo. Il consigliere calcola che in 15 anni il Comune ha versato alla Pro Loco rimborsi e contributi per 320.000 euro e dal 2001 al 2010 la stessa ha complessivamente incassato oltre un milione di euro. “Senza alcun tipo di investimento sul territorio”, aggiunge Benassi. Secondo quanto dichiarato dal segretario della Pro Loco, inoltre, la stessa avrebbe un passivo di 70.000 euro. Il consigliere di opposizione chiede quindi di voltare pagina e che tutte le associazioni del territorio possano utilizzare la struttura dietro il pagamento di un contributo vincolato ad opere di miglioramento sul territorio.