Corecom Liguria: il 18% dei ragazzi di terza media riceve messaggi a sfondo sessuale sul web

Presentati i dati del dossier di Corecom Liguria

Resi noti i dati del dossier di Corecom Liguria e Università di Genova sui rischi legati alla navigazione in internet e sul livello di consapevolezza dei genitori. Il campione riguarda 1072 studenti liguri di terza media: il 18% ha ricevuto messaggi a sfondo sessuale, il 9% foto intime.

Il 10% di 1072 studenti di terza media di 20 scuole liguri ha dichiarato di essere stato ‘infastidito’ almeno una volta mentre era connesso a internet. È uno dei dati diffusi dal Corecom Liguria che ha illustrato una ricerca sulla percezione dei rischi connessi alla navigazione in internet realizzata dall’università di Genova per indagare su comportamenti e situazioni a rischio che corrono i ragazzini che navigano in rete e il livello di consapevolezza dei loro genitori. Se il 10% ha dichiarato di aver subito minacce o di essere stato infastidito on line, il 40% di loro non lo ha detto a nessuno. Le richieste riguardavano invio di foto, non necessariamente nudi, o di dati estremamente personali. Oltre il 40% dei ragazzi che ha partecipato al questionario ha ammesso di essersi trovato involontariamente su un sito pornografico durante la navigazione. Il 18% ha ricevuto messaggi con riferimenti sessuali, il 9% foto intime, il 9,5% dichiara di essere stato contattato da persone sconosciute. Dall’indagine emerge che le madri sottostimano la quantità di comportamenti rischiosi dei propri figli, i quali inseriscono i propri dati personali (56%), foto personali (20%) e fanno nuove conoscenze (29%). Il dossier è stato presentato questa mattina nel Salone di Rappresentanza del Circolo dell’esercito, in via San Vincenzo, a Genova.