Coppia truffa su internet, un cittadino di Casarza li fa denunciare

carabinieri
Hanno indagato i carabinieri di Casarza

Aveva pagato una marmitta per moto che non gli è mai stata recapitata: i carabinieri risalgono ad un uomo di Chieti e una donna bulgara.

Ancora una volta si segnala una truffa legata ad una compravendita su internet. I carabinieri di Casarza Ligure hanno denunciato un 57enne residente di provincia di Chieti e una cittadina bulgara, che vive, invece, nel Foggiano. Avevano ricevuto circa 400 euro, tramite una poste-pay, da un operaio di Casarza, 33 anni, che voleva acquistare una marmitta da moto mai recapitatagli. Nel corso dell’indagine è emerso che il 57enne era il titolare della carta prepagata utilizzata per la riscossione della somma in denaro, mentre la donna era l’intestataria dell’utenza telefonica utilizzata per la trattiva di vendita. Si trattava, insomma, di un vero sodalizio criminale.