Convento di Sant’Antonio, la maggioranza a Chiavari sta con i frati

Roberto Devoto, capogruppo a Chiavari

I capigruppo di maggoranza preannunciano un ordine del giorno a difesa del convento e contro il trasferimento dei frati. Nella speranza di trovare concorde anche l’opposizione.

Dapprima c’erano stati i fedeli, che avevano anche esposto striscioni durante la recente processione di Sant’Antonio. Adesso arriva anche il Comune di Chiavari a prendere posizione per tentare di mantenere in città il presidio rappresentato dalla presenza dei frati francescani del convento di Sant’Antonio e dell’attiguo santuario. Una presenza che voci ricorrenti vorrebbero essere messa in serio pericolo dalla volontà del padre provinciale di allontanare i frati, destinandoli altrove. Così i tre capigruppo di maggioranza Alex Molinari, Emilio Cervini e Roberto Devoto, hanno chiesto al presidente del consiglio comunale Giovanni Giardini la convocazione della conferenza dei capigruppo, laddove condividere, si immagina anche con le opposizioni, un ordine del giorno unitario da presentare alla prima riunione del consiglio comunale per il voto. L’ordine del giorno dovrebbe chiedere di mantenere la presenza dei frati a Chiavari, impegnando contemporaneamente l’amministrazione comunale a fare quanto possibile per andare in questa direzione.