Continua la caccia al quarto rapinatore

Proseguono le indagini

Polizia e carabinieri sorvegliano strade e stazioni a Chiavari e dintorni, nella speranza che non sia riuscito ad allontanarsi. Dovrebbe trattarsi del palo della rapina di Leivi. Già in carcere i tre complici.

Continua la caccia delle forze dell’ordine al quarto componente della banda di rapinatori albanesi che, la settimana scorsa, aveva colpito due volte in altrettante ville del Tigullio, con lo schockante metodo dell’assalto armato ai padroni di casa, presenti nell’abitazione. I tre arrestati tra venerdì e sabato dovrebbero essere quelli che si erano introdotti nella villa di Leivi, in via dei Boschi, la sera di giovedì. Manca un quarto, descritto dai proprietari della villetta di Caperana attaccata due sere prima, il quale, nell’episodio successivo, secondo la convinzione delle forze dell’ordine, avrebbe fatto da palo, all’esterno. Rimane da capire se si sia già allontanato dalla nostra zona, o se stia continuando a girovagare tra strade e boscaglia alle spalle di Chiavari. Sono comunque pattugliate sia le strade che le stazioni ferroviarie, laddove si sono svolti i precedenti arresti.