Consiglieri regionali in visita all’impianto di maricoltura di Lavagna

Foto di gruppo per i consiglieri regionali
Foto di gruppo per i consiglieri regionali

L’impianto è stato visitato questa mattina dai consiglieri della III Commissione. Con loro c’era anche l’assessore Stefano Mai. La presidente Stefania Pucciarelli propone: “Un marchio per riconoscere il pesce del Mar Ligure nei ristoranti”.

Questa mattina la III Commissione – Attività Produttive del consiglio regionale ha effettuato un sopralluogo all’impianto di maricoltura di Lavagna. L’invito è arrivato direttamente dalla società Aqua. “Si tratta di un’eccellenza europea nel settore”, commenta Stefania Pucciarelli, presidente della commissione. L’allevamento in mare aperto di orate e branzini è iniziato nel 2000: attualmente l’impianto dispone di 16 vasche, collocate in fondali profondi fino a 50 metri, e dà lavoro a 18 persone. La delegazione era composta anche dai consiglieri Giovanni Barbagallo, Giovanni De Paoli, Giovanni Lunardon, Claudio Muzio e Franco Senerega. Con loro c’era l’assessore regionale alla pesca Stefano Mai. “Il pescato del Mar Ligure, anche in impianti come quello visitato oggi, è di altissima qualità, superiore a quello estero – sostiene Stefania Pucciarelli, consigliera della Lega Nord – A tutela del consumatore e per valorizzare i prodotti nostrani, occorre un marchio nei menù dei ristoranti della Liguria per distinguerlo dagli altri”.