Condotta in un cantiere la barca semiaffondata nel porto di Lavagna

barca
I momenti del recupero

La Guardia Costiera ha seguito le operazioni di recupero della barca, svolte da una ditta specializzata. In corso le verifiche per comprendere le cause.

Tre panne galleggianti hanno isolato, in via precauzionale, la porzione di mare interessata, per scongiurare il diffondersi, comunque soltanto eventuale, di idrocarburi, mentre la barca di circa 12 metri, semiaffondata, è stata trasportata in un cantiere presente all’interno del porto. Così la Guardia Costiera riferisce essere state svolte le operazioni di messa in sicurezza dopo l’episodio registrato, nel primo mattino di ieri, nel porto di Lavagna, al molo 40, in uno specchio acqueo di circa 5 metri di fondale. La stessa Capitaneria ha seguito le operazioni di recupero, svolte dai sommozzatori di una ditta specializzata. Sono ancora in corso, invece, le attività di indagine per accertare le cause dell’affondamento.