Con il nuovo anno arrivano gli aumenti

La bici è sempre più vantaggiosa

Da domani, in particolare, in Liguria, pesa la situazione della benzina: l’accisa cresce di 6,1 centesimi al litro per la ricostruzione delle zone alluvionate. E poi, luce, gas, casa, prestazioni sanitarie…

Con l’arrivo del nuovo anno, scattano, come sempre, anche gli aumenti. In Liguria, in particolare, da domani peserà di più, nel portafogli dei consumatori, la benzina, peraltro già aumentata notavolmente in questo 2011 di crisi econonica e primavera araba: per far fronte alle spese di ricostruzione delle località alluvionate, infatti, la Regione ha disposto un aumento delle accise per 6,1 centesimi al litro. Alcune tratte autostradali, come sempre, potranno subire aumenti nella propria tariffa, che, a livello nazionale, si stimano nella media del 3,1%. Le famiglie, ovviamente, faranno i conti con il ritorno della tassa sulla casa di proprietà, che arriva con il nome di Imu, mentre altri aumenti dei consumi sono già stati resi noti sempre nel dato nazionale: + 4,9% nella tariffa della luce, 2,7% in quella del gas. Il ticket su farmaci e prestazioni sanitarie specialistiche è stato esteso nei mesi scorsi a tutti coloro che abbiano tra i 6 ed i 65 anni, con il criterio della fascia di reddito per il resto della popolazione. E, come spiegato nei giorni scorsi dalla Asl, contemporaneamente, da domani, per disposizione della Regione, aumentano le prestazioni che richiedono il pagamento di 36 euro: si va dalla cataratta all’artroscopia, passando attraverso una quarantina, complessiva, di interventi ambulatoriali.