Il Comune di Sestri Levante intensifica il suo impegno nella lotta all’evasione fiscale

Pietro Gianelli
L’assessore al bilancio Pietro Gianelli

L’amministrazione comunale diffonde i numeri del primo semestre. Presso l’ufficio tributi un nuovo software per i controlli incrociati. Pugno duro, ma anche attenzione per chi è in difficoltà economiche.

“Il contrasto all’evasione fiscale è una priorità dell’amministrazione comunale di Sestri Levante”, spiega il vicesindaco ed assessore al bilancio Pietro Gianelli, ricordando la delibera in questo senso approvata dalla giunta comunale. I numeri del primo semestre dell’anno parlano di 530 residenze controllate, 95 persone cancellate dall’anagrafe a seguito degli accertamenti e 1.562 accertamenti IMU emessi per gli anni 2012/2015. Presso l’ufficio tributi è inoltre in fase di implementazione un software che permetterà controlli incrociati con i dati degli altri uffici comunali. Pugno duro contro gli evasori, ma anche un occhio di riguardo nei confronti di chi versa in obiettive difficoltà economiche: ieri la giunta ha deciso che chi ha controversie tributarie pendenti con il Comune potrà saldare il dovuto subito senza l’applicazione di sanzioni. Una misura che si aggiunge alle già previste possibilità di rateizzazione.