Commozione per la commemorazione di due sub

La corona portata al Cristo degli Abissi
La corona portata al Cristo degli Abissi

Rosario Sanarico, scomparso nella ricerca di una donna nel Lago del Brenta, e Giorgio Gandolfo, sestrese, innumerevoli volte in servizio nel Tigullio: li ha ricordati l’iniziativa di Vittorio Innocente e Tortuga Diving. Presenti diversi politici.

Grande commozione, ieri, a San Fruttuoso, per la processione subacquea al Cristo degli Abissi che ha ricordato due sommozzatori recentemente scomparsi: Rosario Sanarico del Cnes della Spezia, morto durante la ricerca del corpo di Isabella Noventa nel lago del Brenta e il palombaro di Sestri Levante Giorgio Gandolfo, deceduto due anni fa,  che ha prestato servizio  presso i cantieri navali di Riva Trigoso, in occasione del varo della nave greca ‘Agamennon’ e della  portaerei ‘Cavour’ ed è stato occupato nella realizzazione dei porti di Genova, Portofino, Rapallo, Lavagna e Sestri Levante. La manifestazione era intitolata “Ricordo profondo” ed è stata organizzata da Vittorio Innocente con il Tortuga Diving Portofino, di Santa Margherita. Tra i partecipanti, i consiglieri regionali Alessandro Puggioni e Claudio Muzio, il leghista Gabriele Vecchia e il sindaco di Casarza Ligure Giovanni Stagnaro:  «E’ stata una grande emozione – dicono Puggioni e Vecchia – ricordare, in un contesto così suggestivo, due uomini che hanno dedicato la loro vita ad una professione appassionante, ma a volte pericolosa per la propria incolumità».