Commercio, il sostegno del Comune di Chiavari a negozianti e ambulanti

Palazzo Bianco
Palazzo Bianco, sede del Comune di Chiavari

L’amministrazione comunale di Chiavari prevede il rimborso dei tributi per i commercianti che hanno subito i provvedimenti di lockdown negli ultimi mesi. Secondo quanto annunciato in commissione dal sindaco, Marco Di Capua, l’intenzione è riconoscere un rimborso per i permessi permanenti che si pagano entro il mese di gennaio.

Per quanto riguarda gli ambulanti dei mercati periodici, rimborso dell’occupazione suolo pubblico per le giornate perse a seguito dell’emergenza; mentre, per i permessi delle attività edilizie, relativi al posizionamento di ponteggi sul suolo pubblico, verrà prorogata d’ufficio l’autorizzazione già data per i mesi di chiusura. A tutti gli stabilimenti balneari, che hanno in locazione immobili di proprietà comunale in fregio alla concessione demaniale, verrà fatto pagare il canone a partire solo dal 2 giugno. Per le attività commerciali, l’intenzione è concedere un rimborso della Tari per i mesi di chiusura totale: “Abbiamo previsto una cifra pari a 115 mila euro – dice Di Capua – ma attendiamo specifiche indicazioni da Arera per capire la ripartizione della stessa a seguito dell’ultima delibera che rinvia ad ulteriori provvedimenti da adottare”.