Codice rosso, “la situazione dei commissariati è difficilissima”: lo afferma il Siap

polizia
Il Siap fa sentire la propria voce

Secondo il sindacato la novità normativa, pur valutata positivamente, ha messo in difficoltà i commissariati del Tigullio e di Genova.

Lo scorso 9 agosto il Parlamento ha introdotto nel nostro ordinamento il cosiddetto “codice rosso” per prevenire e reprimere le violenze domestiche. La Procura di Genova si è prontamente attivata con direttive stringenti rivolte agli uffici di polizia, chiamati ad attivare immediatamente le procedure previste dalla nuova normativa. “Questa importante novità – commenta Roberto Traverso, dirigente nazionale del Siap – ha aumentato notevolmente i carichi di lavoro degli uffici della Polizia di Stato, che sono già in carenza di personale. Sono bastati questi pochi giorni a rendere difficilissima la situazione dei 9 commissariati genovesi e del Tigullio e della squadra mobile dell’anticrimine”. Il Siap si dice favorevole alla misura del “codice rosso”, ma chiede che la Procura valuti con attenzione gli effetti di questa innovazione giuridica sui già precari equilibri organizzativi e gestionali dei commissariati.