Christmas Village di Rapallo, Carannante raccoglie 500 firme contro

Il Christmas Village non piace a Carannante

L’esponente del Partito Comunista dei Lavoratori tira un bilancio della petizione in calce ad un progetto alternativo a quello del Christmas Village, definito senza mezzi termini una “baraccopoli”.

Sono già quasi 500 le firme raccolte a Rapallo da Andrea Carannante del Partito Comunista dei Lavoratori, fonte lo stesso Carannante, in merito ad una proposta alternativa al Christmas Village. Iniziativa che l’esponente comunista bolla come una “baraccopoli riservata ad una ventina di commercianti, con costi inaccessibili agli esercenti di periferia che nella realtà pagano la crisi più di altri”. La proposta alternativa di Carannante prevede iniziative a basso costo di intrattenimento per le vie di Rapallo. “I commercianti potrebbero esporre bancarelle fuori dai negozi – spiega l’ex candidato sindaco – spendendo meno e devolvendo parte della differenza di costi per le iniziative o per altra finalità benefica”.