Christmas Village, Carannante minaccia ricorso alle vie legali

Il Christmas Village non piace a Carannante

L’esponente del Partito Comunista dei Lavoratori annuncia una raccolta firme contro l’iniziativa e l’intenzione di chiedere una sospensiva di fronte ad un’eventuale delibera di giunta.

Mancano oltre tre mesi a Natale, ma a Rapallo già si discute del Christmas Village. In particolare, Andrea Carannante del Partito Comunista dei Lavoratori, si dice contrario a quella che definisce la “continua e dilagante occupazione di suolo pubblico da parte dei negozianti del centro di Rapallo”, annuncia una raccolta firme e minaccia un’eventuale richiesta legale di sospensiva qualora venisse emanata una delibera di giunta in merito. L’ipotesi finora avanzata è quella di un ulteriore ampliamento del villaggio natalizio, che andrebbe ad occupare, oltre che il lungomare, anche buona parte del centro cittadino. Ipotesi che non piace per nulla a Carannante, che invita a pensare ad iniziative a basso costo di intrattenimento e i negozianti ad esporre la loro merce fuori e dentro i loro negozi.