Chieste pesanti condanne per la banda di cinesi che rapinò un connazionale a Rapallo

La rapina fece molto parlare a Rapallo
La rapina fece molto parlare a Rapallo

E’ di 33 anni la richiesta complessiva del sostituto procuratore Federico Manotti nei confronti dei cinque accusati, che hanno tutti scelto il rito abbreviato. A Rapallo colpirono nell’estate dello scorso anno, sequestrando in casa i titolari di un noto esercizio commerciale.

Il 18 agosto del 2015 avevano rapinato i titolari, cinesi, di un noto esercizio pubblico di Rapallo, sequestrandoli i casa e portando via 10 mila euro. La banda, composta a sua volta da cinesi, aveva poi messo a segno rapine dalle modalità analoghe anche in Emilia e Toscana, prima degli arresti dello scorso 23 dicembre. Ora i componenti della banda si trovano in carcere, chi a Prato e chi a Bologna, e ieri, nel corso del processo a loro carico, il sostituto procuratore Federico Manotti ha presentato le sue richieste: per i cinque ha chiesto complessivamente 33 anni di carcere. Tutti hanno scelto il processo con il rito abbreviato. Le richieste variano da 8 anni e 4 mesi a 5 anni e 4 mesi, a seconda del diverso coinvolgimento nella banda. Per Lin Li, la baby sitter considerata la basista del gruppo, la richiesta è di 6 anni.