Chiavari vuole che il merletto diventi Patrimonio Immateriale dell’Umanità

Chiavari in particolare punta sul macramé
Chiavari in particolare punta sul macramé

Questa mattina l’assessore alla cultura Maria Stella Mignone ha firmato a Milano, negli spazi di Expo, un protocollo d’intesa per promuovere la causa insieme ad altri Comuni italiani.

Il merletto italiano punta a diventare Patrimonio Immateriale dell’Umanità dell’Unesco. Alcune comunità locali si sono coalizzate per dare più forza alla candidatura. E questa mattina un Protocollo d’intesa in questo senso è stato firmato a Milano, negli spazi dell’Expò. Tra i firmatari anche Maria Stella Mignone, assessore alla cultura del Comune di Chiavari. Gli altri Comuni coinvolti sono Bologna, Bolsena, Cantù, Forlì-Meldola, Gorizia, L’Aquila, Lastronico, Orvieto, Varallo Sesia e Venezia. Chiavari in particolare punta a promuovere il suo macramé.