Chiavari, un anno di Wylab

Wylab illustra le attività svolte in un anno

L’incubatore di imprese legate prevalentemente allo sport Wylab fa il punto sulle attività svolte a un anno dalla sua apertura a Chiavari: 700mila euro di investimento complessivo, cinque imprese nascenti finanziate e 11 in tutto quelle seguite. A breve una nuova Call for ideas.

E’ passato un anno dall’apertura a Chiavari di Wylab, l’incubatore di imprese legate prevalentemente allo sport che ha solo altri sette eguali nel mondo, sparsi fra Nord America, Australia ed Europa, come hanno spiegato oggi il presidente Antonio Gozzi e la figlia Vittoria, ceo, nella conferenza stampa che ha fatto il punto sull’attività svolta finora. 700mila euro l’investimento complessivo, 100 le domande presentate da altrettante start up sportive che hanno preso parte alla prima Call for ideas. Di queste alla fine cinque sono state le imprese nascenti finanziate e 11 in tutto quelle seguite anche senza finanziamento. Ora si pensa a ripartire, nei prossimi mesi, con una seconda Call for ideas, una nuova chiamata per potenziali imprese che cerchino un posto per potersi formare con finanziamenti e supporti tecnici necessari. Il 2017 sarà anche l’anno che segnerà il legame con gli altri sette incubatori nel mondo, anche attraverso un evento condiviso che coinvolgerà inoltre settori della finanza internazionale che dovrebbero convergere a Chiavari.