Chiavari, porta a porta: si parte anche a Caperana. Cambiano gli orari di deposito dei rifiuti

 

Il sindaco di Chiavari, Roberto Levaggi
Il sindaco di Chiavari, Roberto Levaggi

“La percentuale è pari al 60-70% e su 27 mila abitanti, 22 mila sono serviti dal nuovo metodo di raccolta – afferma il primo cittadino chiavarese – le isole ecologiche sarebbero delle discariche, la soluzione è solo il porta a porta”.

E’ soddisfatta l’amministrazione comunale di Chiavari per l’andamento del nuovo metodo di raccolta differenziata porta a porta, anche se restano alcune criticità nel centro storico. Controlli in borghese scatteranno nei prossimi giorni. E in vista del cambio dell’ora e con l’arrivo della stagione estiva, scatta in tutta la cittadina, la nuova fascia oraria per il deposito dei rifiuti, che sarà quindi dalle 19.30 alle 21. Per quanto concerne la partenza delle ultime zone, il 7 aprile il porta a porta arriva nel quartiere di Caperana, e riguarda 1.800 famiglie, mentre nella cosiddetta fascia mare, il Comune attende i ponti pasquali, 25 aprile e 1° maggio, quando ci saranno anche i turisti, per effettuare una corretta campagna anche con loro. Soddisfatto il sindaco Roberto Levaggi: “Attualmente la percentuale è pari al 60-70% e su 27 mila abitanti, 22 mila sono serviti dal nuovo metodo di raccolta – afferma il primo cittadino chiavarese – non si può tornare indietro, le isole ecologiche sarebbero delle discariche, la soluzione è solo il porta a porta”,