Chiavari, Polfer a rischio: insorge la politica

La stazione potrebbe perdere la Polfer
La stazione potrebbe perdere la Polfer

Sei consiglieri di opposizione chiedono la convocazione di una conferenza dei capigruppo per scongiurare il rischio che sia chiuso il posto di polizia ferroviaria. Ma il caso monta anche in Regione.

Il posto di polizia ferroviaria di Chiavari, insieme ad una ventina di altri uffici territoriali in tutta la Liguria, rischia la chiusura. Abbiamo dato spazio questa mattina all’allarme in tal senso lanciato dal Coisp, sindacato autonomo della polizia. Ed oggi registriamo le prime prese di posizione della politica. A Chiavari i consiglieri di opposizione Silvia Garibaldi, Emilio Cervini, Giovanni Giardini, Giorgio “Getto” Viarengo, Alessandra Stagnaro e Giorgio Canepa annunciano la richiesta di una conferenza dei capigruppo ed esprimono forte preoccupazione: “La preoccupazione è forte e non solo per Chiavari – scrivono – Occorre porre in primo piano la questione ed in sinergia con gli altri Comuni coinvolti”. Contro tagli e declassamenti di alcuni presidi della polizia in Liguria annuncia prossime iniziative il consigliere regionale della Lega Nord Edoardo Rixi, mentre il segretario regionale del Carroccio Sonia Viale chiede l’intervento dei parlamentari della Lega Nord contro il progetto di razionalizzazione del Ministero dell’Interno. Contrario si dice anche il consigliere regionale di Forza Italia Matteo Rossi, secondo il quale è “necessario sensibilizzare il Governo centrale di fronte a questa drastica riduzione che vede in Liguria la chiusura di 20 uffici di polizia”.