Chiavari, opposizione all’attacco della gestione della casa di riposo Torriglia

Preli e Torriglia i temi caldi del momento
Preli e Torriglia i temi caldi del momento

Silvia Garibaldi, Cervini e Giardini chiedono una riunione di commissione ad hoc. Gruppo misto e Grillini all’attacco del progetto Preli, Rombolini e Lagormasino anche dei nuovi lavori al Comunale.

L’opposizione è sempre molto vivace, a Chiavari. I due consiglieri del Gruppo misto, Roberto Rombolini e Giuseppe Lagomarsino, preannunciano “un ordine del giorno per la tutela della spiaggia libera di Preli, affinché venga modificato il progetto già approvato dal sindaco Levaggi e dalla sua maggioranza”. Sullo stesso tema, il Movimento 5 Stelle di Chiavari chiede conto al primo cittadino delle dichiarazioni in base alle quali il progetto sarebbe cambiato. “Chiediamo di spiegare – è la nota dei “grillini” – come mai, dopo tre mesi di strenua difesa del progetto originario, improvvisamente vengono cambiate le carte in tavola. E le carte sono nascoste per il momento”. Ancora Rombolini e Lagomarsino annunciano anche “una interpellanza per conoscere approfonditamente l’iter burocratico che ha portato il Comune di Chiavari ad assegnare alcuni lavori per l’importo di circa 100.000 euro sul campo Comunale, addirittura al vice presidente dell’Entella, che usufruisce della struttura”.

Invece, Silvia Garibaldi, Emilio Cervini e Giovanni Giardini chiedono la convocazione di una commissione che discuta della gestione della casa di riposo Torriglia, in particolare per sapere cosa ne sia del progetto di ampliamento: “Se non è accantonato – dicono i tre – dovrà rientrare in una visione globale e armonica di tutta la zona”. I tre consiglieri, però, non negano di volere anche “chiarezza e trasparenza sulla gestione del patrimonio e del servizio ai ricoverati. In città le voci sono molteplici e ci sentiamo in dovere di fare chiarezza”.