Chiavari, Levaggi all’attacco: “Il programma è un catalogo di lagnanze”

Roberto Levaggi in consiglio comunale ieri

Polemiche dell’ex sindaco dai banchi dell’opposizione: “In tanti anni di politica, mai vista una coalizione così raffazzonata”.

Non sono mancate le polemiche, ieri, durante il primo consiglio comunale di Chiavari con Marco Di Capua sindaco. Roberto Levaggi, oggi capogruppo di “Noi di Chiavari”, il principale gruppo di minoranza, ha definito le linee programmatiche del suo successore “uno sconsolante catalogo di problemi e lagnanze, degno della pagina dei Mugugni e non già di un sindaco che si professa di tutti i chiavaresi”. Parole dure anche sui componenti della coalizione che governerà. “Non ho mai visto in tanti anni di politica un’unione così raffazzonata – ha detto Levaggi – dal grillino ante-litteram Canepa (in un altro passaggio definito mercante di voti ) al monarchico Mallucci, dal camaleontico Giardini all’ex forzista Ratto, passando per una spruzzata di Cl con l’assessore Maggio. Un’accozzaglia di persone che ha per comune denominatore solo l’avversione verso di me, e spero non altro di ancor più grave e disdicevole”.