Chiavari, lavori sulla strada per Maxena

La collina di Maxena, oggetto di smottamenti
La collina di Maxena, oggetto di smottamenti

Incarico per la somma urgenza derivante dal cedimento del terreno. Intanto, il Comune spende anche mille euro per smaltire i veicoli abbandonati: una quindicina raccolti qua e là.

Il Comune di Chiavari deve smaltire la bellezza di quindici veicoli raccolti lungo le strade cittadine, dove erano stati abbandonati. Solo in due casi è stato possibile individuare i proprietari ed imputare loro le spese, da pagare alla ditta Castagnino Autodemolizioni di Carasco: si tratta di 30 euro per ogni ciclomotore e 170 per automobili e autocarri, oltre a 40 euro ciascuno per il trasporto. L’impegno di spesa complessivo, per il Comune, è, dunque, di 995 euro.

Dopo le forti piogge dei giorni scorsi, invece, occorre provvedere a sistemare la strada che congiunge Sampierdicanne con le frazioni di Maxena e Sanguineto, con lavori in somma urgenza da 99mila euro per far fronte al cedimento della strada. L’ufficio lavori pubblici di Palazzo Bianco ha affidato il lavoro alla ditta Podestà Amedeo di Carasco.