Chiavarese truffato, genovese denunciata a Moneglia

Non manca mai il lavoro ai carabinieri
Non manca mai il lavoro ai carabinieri

La donna amministra una società a Moneglia ed avrebbe tentato di convincere un 39enne di Chiavari a firmare un contratto per la realizzazione di opere immobiliari mediante artifizi e raggiri. Un 21enne di Cogorno è stato invece denunciato per guida in stato di ebbrezza.

I carabinieri di Moneglia hanno denunciato per truffa una 44enne genovese, amministratore unico di una società con sede proprio a Moneglia: a rivolgersi ai militari è stato un 39enne di Chiavari, il quale ha spiegato che la donna, con artifizi e raggiri, gli ha proposto la stipula di un contratto per la realizzazione di opere immobiliari.

Un 21enne di Cogorno è stato invece denunciato per guida in stato di ebbrezza dai carabinieri dell’aliquota radiomobole della Compagnia di Chiavari. Il giovane è stato fermato la scorsa notte ed è risultato positivo al test dell’etilometro. Gli è stata anche ritirata la patente.