“Chi si deve chiamare in caso di ritrovamento di una tartaruga d’acqua dolce?”

tartaruga
Spesso le tartarughe d’acqua dolce vengono abbandonate

Lo chiede a Regione e carabinieri forestali il “Coordinamento 7 giugno”, composto da otto associazioni animaliste.

Da alcuni anni si registra sul territorio un preoccupante abbandono di tartarughe d’acqua dolce. Lo afferma il “Coordinamento 7 giugno”, composto da otto associazioni animaliste del territorio. La portavoce Eugenia Rebecchi ha scritto alla Regione ed al Nucleo forestale della Liguria, presso il comando regionale dei carabinieri, per chiedere quali recapiti di emergenza debbano essere attivati in caso di ritrovamento. La competenza specifica è della Regione, ricorda il “Coordinamento 7 giugno”, lamentando però che i numeri di emergenza contattati in passato non hanno dato risposta positiva alla richiesta. Si tratta di 112, 118 e 1515. Alla Regione viene anche chiesto quale sia la posizione in merito al ricovero di tartarughe d’acqua dolce da parte di associazioni attraverso la collaborazione di volontari che offrano gratuitamente i propri spazi ed i propri averi per il sostentamento dei rettili.