Centrale operativa del 118, l’ultima parola spetta al consiglio regionale

Futuro incerto per la centrale 118 di Lavagna

Lo ha detto questa mattina l’assessore regionale alla salute Claudio Montaldo rispondendo ad un’interrogazione di Roberto Bagnasco (Pdl). L’assessore ha assicurato anche un confronto con i sindaci.

Sarà il consiglio regionale a doversi pronunciare sull’eventuale trasferimento della centrale operativa del 118 di Lavagna. La giunta formulerà una proposta sulla base di dati tecnici e poi l’assemblea sarà chiamata a pronunciarsi. Lo ha detto l’assessore regionale alla salute Claudio Montaldo rispondendo ad un’interrogazione illustrata dal consigliere regionale del Pdl Roberto Bagnasco, il quale nel suo intervento ha ricordato il livello di eccellenza raggiunto dalla centrale operativa e sostenuto la necessità di difendere l’autonomia operativa dell’Asl 4, ricordando anche il problema della quota capitaria più bassa rispetto al resto della regione. Montaldo ha spiegato che si arriverà alla decisione dopo un confronto con i sindaci, assicurando che comunque per i cittadini non cambierà nulla, in quanto in ogni caso avranno sempre gli stessi servizi. “Mi riservo di monitorare la situazione – ha detto Bagnasco nella controreplica – con la speranza che il lavoro possa riuscire nel forte intento di salvaguardare il 118 di Lavagna”.