C’è carenza di sangue, rilancia l’allarme l’Avis di Chiavari

Il centro trasfusionale è all'ospedale di Lavagna
Il centro trasfusionale è all’ospedale di Lavagna

Il rischio è che si debbano rinviare gli interventi a rischio emorragico. I medici sono invitati a valutare con estrema attenzione le richieste di sangue. Appello ai donatori.

Il fenomeno capita spesso d’estate, ma quest’anno la situazione è ancora più grave: c’è carenza di sangue. Rilanciamo così l’appello che ci è stato trasmesso da Avis Chiavari, sensibilizzata sul tema dai medici che si occupano di sangue a livello nazionale, regionale e di Asl. Se la situazione non tornerà alla normalità, il rischio è quello di un rinvio per gli interventi chirurgici a rischio emorragico. I medici, in questa fase, sono chiamati a valutare con estrema attenzione le richieste di sangue ed emocomponenti, mentre le associazioni dei donatori sono invitate ad impegnarsi al massimo. Chi volesse donare il sangue può rivolgersi ad Avis ed alle altre associazioni dei donatori, oppure rivolgersi al centro trasfusionale che si trova presso l’ospedale di Lavagna.