Caso Preli, si attende il responso della Cassazione

L'ex sindaco di Chiavari Vittorio Agostino

Oggi in discussione il caso Preli, che in secondo grado aveva visto l’ex sindaco di Chiavari Vittorio Agostino e il figlio Alessandro condannati rispettivamente a 6 e 4 anni per tentata concussione.

C’è attesa per la sentenza sul caso Preli, oggi in discussione alla sesta sezione della Corte di Cassazione a Roma, impegnata però con 11 procedimenti, per cui la sentenza potrebbe slittare a domani. Il pm ha chiesto la conferma della sentenza di secondo grado, mentre i difensori dell’ex sindaco Vittorio Agostino e del figlio Alessandro ne chiedono invece l’annullamento. Il giudizio, emesso il 17 febbraio 2011, aveva condannato l’ex sindaco a sei anni e il figlio a quattro per tentata concussione (essendo andato prescritto l’abuso di ufficio). Gli scenari aperti fino alla sentenza sono quindi conferma della sentenza, annullamento o anche il rinvio a una diversa sezione di Corte d’appello a Genova. La vicenda era nata ai tempi dell’amministrazione De Barbieri. Secondo la motivazione della sentenza d’appello ci sarebbero state forti pressioni grazie al ruolo istituzionale del padre affinché tutta l’operazione, inclusa la vendita delle opere realizzate, passasse al figlio; in primo grado gli imputati invece erano stati assolti.