Caso Preli, il 18 luglio la Cassazione

Il sindaco di Chiavari Vittorio Agostino

A pochi giorni dal ballottaggio, lo stesso Agostino rende nota la data del processo di terzo grado: “Vale la presunzione di innocenza”. Slitta al 29, invece, l’incontro con Vietti per il Tribunale.

Piomba una data, in mezzo alla campagna elettorale per il ballottaggio di Chiavari. E’ quella del 18 luglio, giorno nel quale sarà discussa la causa penale del caso Preli alla Corte di Cassazione. “Così qualcuno dovrà chedere scusa”, commenta il sindaco, uscente e ricandidato, di Chiavari, che commenta, rispondendo polemicamente al rivale, Roberto Levaggi: “Gli innumerevoli casi di assoluzione definitiva dopo lunghissimi e contraddittori processi penali insegnano che  il principio costituzionale di presunzione di innocenza è l’unico baluardo contro l’ingiusta distruzione della pesona prima della pronuncia definitiva”. Inanto, a causa di quelli che il Comune di Chiavari riporta come “impegni improvvisi”, Michele Vietti, vice presidente del Consiglio Superiore della Magistratura, ha rinviato l’incontro fissato per domani pomeriggio sul futuro del Tribunale di Chiavari. “Detto incontro – precisa la nota diffusa da Palazzo Bianco – e’ stato confermato e si terra’ a Roma il 29 maggio”.