Caso diamanti, un vertice a Chiavari

Andrea Sanguineti responsabile territoriale Cisl

Incontro oggi tra i rappresentanti di BPM e Cisl e Adiconsum che rappresentano ben 250 risparmiatori del Tigullio cui sono stati propinati  diamanti a prezzi ben superiori al reale valore.

Oggi primo incontro tra i rappresentanti della banca BPM, che ancora non ha trovato l’accordo per una soluzione risarcitoria, e quelli dei risparmiatori cui erano stati appioppati diamanti come investimento, ad un prezzo rivelatosi, invece, assolutamente gonfiato. Nel Tigullio, secondo la Cisl e la sua associazione di difesa dei consumatori, Adiconsum, si tratta di 250 persone. Oggi, in particolare, nella sede chiavarese della banca, che, come noto, ha assorbito il Banco di Chiavari, si vedranno, con altri, Annibale Ottolina per BPM e Carlo Piarulli, responsabile nazionale del settore credito di Adiconsum.