Capurro sollecita il parere legale che era stato deliberato in consiglio comunale

Armando Ezio Capurro
Armando Ezio Capurro

Il consigliere di minoranza all’attacco su diverse dichiarazioni del sindaco Bagnasco, circa i pareri legali “chiesti per ogni pratica” e l’inizio dei lavori alla Pagana “indicato per la primavera”.

Riprendono le polemiche politiche, a Rapallo. Trascorsi i termini dal consiglio comunale del 5 settembre che aveva visto l’ordine del giorno unanime per richiedere un parere legale entro 15 giorni sulla pratica di ampliamento della sede della Rinaldi Petroli, Armando Ezio Capurro chiede conto dell’avvenuto, sottolineando come non sia stato assegnato nessun incarico specifico. Invece, a seguito delle varie dichiarazioni del sindaco, Bagnasco, durante la seduta, sull’esistenza di un parere già richiesto, Capurro chiede di “avere copia di tutti gli incarichi dal 2014 al 2016 in base a quanto dichiarato dal sindaco, ovvero che i pareri vengono richiesti per tutte le pratiche”. Nel giorno di avvio dei lavori effettivi per il marciapiede sulla Pagana, poi, Capurro contesta le promesse dell’amministrazione, in base alle quali “i lavori sarebbero iniziati in primavera, quando il finanziamento dell’opera è stato invece deliberato in giunta il giorno 8 giugno 2016”.