Caporalato: retata di polizia e guardia di finanza

Controllati trentasette tra italiani ed extracomunitari che aspettavano di andare a lavorare (anche a giornata) alle 5 e mezzo del mattino davanti alla stazione.Ieri mattina la polizia di stato di Rapallo unitamente alla guardia di Finanza hanno effettuato un servizio a partire dalle 5.30 davanti alla stazione di Rapallo, dove era stato riferito che si trovassero numerosi cittadini extra comunitari. In effetti i militari hanno portato in ufficio per qualche domanda 37 persone, 15 delle quali italiane, mentre le altre 22 erano di nazionalità straniere, la maggior parte albanesi e marocchini, un iracheno e altri. Gran parte di essi sono risultati come lavoratori in nero in alcune imprese edili della zona, 6 persone non avevano il permesso di soggiorno e 4 di queste hanno ricevuto l’ordine di espulsione immediato. Nel frattempo la guardia di finanza si occupa delle indagini relative alle aziende datrici, in questo momento indagate per il lavoro irregolare e alcune anche per favoreggiamento d’immigrazione clandestina. Invece, in alcuni casi, le ditte interessate hanno provveduto immediatamente a fornire alla polizia tutta la documnetazione relativa all’assunzione di alcuni di questi uomini e hanno dimostrato subito di essere in regola.