Calci e pugni alla proprietaria di un negozio di abbigliamento a Rapallo, arrestata una ladra

Provvidenziale l'intervento della Polizia municipale di Rapallo
Provvidenziale l’intervento della Polizia municipale di Rapallo

Si trova ora detenuta presso il carcere femminile di Genova Pontedecimo la ragazza sorpresa dalla proprietaria di un negozio di abbigliamento nel centro di Rapallo mentre stava frugando all’interno di uno spazio chiuso al pubblico.

Si trova ora detenuta presso il carcere femminile di Genova Pontedecimo la ragazza sorpresa dalla proprietaria di un negozio di abbigliamento nel centro di Rapallo mentre stava frugando all’interno di uno spazio chiuso al pubblico. Lei, 18enne bosniaca, cerca di scappare dalla porta di servizio, colpendo con calci e pugni la donna. Ci riesce, ma è bloccata subito dopo da due agenti della Polizia municipale, messi in allarme dalle urla e avvertiti da un passante. Poco dopo arriva la Polizia: all’interno dello zaino della giovane vengono ritrovati due telefoni cellulari, due orologi, tre penne stilografiche e una Montblanc, oltre ad alcuni articoli di bigiotteria. Il tutto era custodito in una cassettiera con la serratura forzata. La 18enne tenta di passarla liscia fornendo le generalità della sorella minorenne, ma non scappa al confronto delle impronte digitali: a suo carico, tra l’altro, pendeva anche un provvedimento di cattura per una pena di 2 anni, 11 mesi e 16 giorni emessa dal Tribunale dei minori di Genova per gli innumerevoli reati contro il patrimonio che in passato aveva commesso.