Bolkestein, dal Governo uno spiraglio di speranza

Bolkestein, apertura del Governo

Positivo ieri l’incontro in Regione: il ministro Gnudi ha dimostrato di comprendere le istanze dei balneari, che tramite Fusco e Berlangieri hanno chiesto di verificare presso l’Ue la possibilità di una deroga alla diretta.

La Regione ha giudicato positivo l’incontro romano di ieri sulla questione della Bolkestein. Il vice presidente della Regione Marilyn Fusco e l’assessore regionale al turismo Berlangieri hanno chiesto, in accordo con le altre Regioni, di mettere in evidenza al livello europeo la specificità del sistema turistico balneare italiano che vede attive 30mila aziende, “un patrimonio di professionalità e investimenti chenon può andare perduto”. La richiesta è quindi di verificare la disponibilità dell’Ue a escludere le concessioni demaniali dall’applicazione della direttiva. Il ministro Gnudi, per parte sua, ha dimostrato una certa apertura che lascia la speranza alle imprese che si arrivi al più presto a un testo di legge il più possibile condiviso, che garantisca certezze agli operatori e permetta di riavviare gli investimenti nel settore.