Bogliasco, riprese le ricerche del disperso

Super lavoro nel fine settimana per i pompieri
Super lavoro nel fine settimana per i pompieri

Un medico di 65 anni travolto, ieri, nel tardo pomeriggio, dalla piena del Rio Poggio, non è stato ancora ritrovato. Una nuova frana ha chiuso temporaneamente la strada tra Genova e la Fontanabuona.

Sono riprese questa mattina, attorno alle 7, le ricerche del disperso, travolto, nel primo pomeriggio di ieri, dalla piena del rio Poggio, nella zona di Sessarego, sulle altura di Bogliasco. Si tratta di Elias Kassabji, 65 anni, medico di origine siriana, da molti anni residente e operante a Genova. Era stato chiamato da Enrico Sciutto, 70 anni, che lo accompagnava nella propria casa per soccorrere il figlio Luca, 46enne, colpito da un malore. I due stavano attraversando un ponticello quando sono stati travolti dalla piena: disperso il medico, mentre il 70enne è stato soccorso immediatamente da un vicino e condotto all’ospedale San Martino, in gravi condizioni. E’ il fatto più grave delle ultime ore dell’ondata di maltempo. Ieri, lo stato di allerta è stato prorogato sino alla mezzanotte, adesso, finalmente, si assiste al ritorno del sole nel cielo del Levante. Durante la domenica, le bombe d’acqua sembrano essersi concentrate nella zona tra il Levante genovese ed il Golfo Paradiso, ma ancora una volta si deve registrare anche la temporanea interruzione del collegamento viario tra il capoluogo e la Fontanabuona, già provata anche dall’interruzione di Carasco. Una frana, infatti, ha temporaneamente chiuso, ieri pomeriggio, la strada tra Genova ed il traforo delle Ferriere, all’altezza di Bargagli.