Blitz della municipale a Rapallo contro commercio abusivo sul lungomare

Blitz sul lungomare di Rapallo stamattina

Nove agenti guidati dal comandante Valerio Patrone hanno effettuato un blitz sul lungomare Vittorio Veneto sequestrando 55 borse, 13 cappelli e 2 portafogli. I blitz saranno ripetuti. Intanto si preparano cartelli bilingue per ricordare le sanzioni anche a carico di chi compra.

Lotta al commercio abusivo a Rapallo, dove questa mattina una squadra di nove agenti della polizia locale, sotto le direttive del comandante Valerio Patrone, ha realizzato un sequestro amministrativo della merce di alcuni venditori ambulanti sul lungomare Vittorio Veneto. Un blitz durato pochi minuti che ha prodotto il sequestro di 55 borse, 13 cappelli e 2 portafogli: “Un messaggio importante – dice il Comune – che viene rivolto a chiunque eserciti l’attività di commercio su aree pubbliche senza l’autorizzazione o concessione di posteggio nelle zone interdette dal Comune, ovvero, nel caso di commercio itinerante e quindi viola l’articolo 143 comma I della Legge Regionale 1/2007”. “Quello di questa mattina è stato un intervento programmato – dichiara il comandante Valerio Patrone – che sarà ripetuto fin quando non riusciremo a far rispettare la legge e a garantire un il giusto decoro nelle aree cittadine ad alta frequentazione turistica”. Intanto si stanno realizzando nuovi cartelli informativi, in italiano e in inglese, da collocare nelle aree in questione per informare del fatto che anche chi acquista tale merce è perseguibile con sanzioni amministrative.